AVIS Albiate
Albiate


NON TUTTI SANNO CHE... pubblicato il 05-12-2010 00:59:35

Chi può donare

Condizioni di base per il donatore:

Età:
compresa tra 18 anni e i 60 anni (per candidarsi a diventare donatori di sangue intero) , 65 anni (età massima per proseguire l'attività di donazione per i donatori periodici), con deroghe a giudizio del medico

Peso:
Più di 50 Kg

Pulsazioni:
comprese tra 50-100 battiti/min (anche con frequenza inferiore per chi pratica attività sportive)

Pressione arteriosa:
tra 110 e 180 mm di mercurio (Sistolica o MASSIMA)
tra 60 e 100 mm di mercurio (Diastolica o MINIMA)

Stato di salute:
Buono

Stile di vita:
Nessun comportamento a rischio

Auto esclusione:

E' doveroso autoescludersi per chi abbia nella storia personale:

  • assunzione di droghe

  • alcolismo

  • rapporti sessuali ad alto rischio di trasmissione di malattie infettive (es. occasionali, promiscui)

  • epatite o ittero

  • malattie veneree

  • positività per il test della sifilide (TPHA o DRL)

  • positività per il test AIDS (anti-HIV 1)

  • positività per il test dell'epatite B (HBsAg)

  • positività per il test dell'epatite C (anti-HCV)

  • rapporti sessuali con persone nelle condizioni incluse nell'elenco

L'intervallo minimo tra una donazione di sangue intero e l'altra è di 90 giorni.

La frequenza annua delle donazioni non deve essere superiore a 4 volte l'anno per gli uomini e 2 volte l'anno per le donne.

Il sangue è indispensabile:

  • nei servizi di primo soccorso e di emergenza urgenza

  • in interventi chirurgici e trapianti di organo

  • nella cura delle malattie oncologiche

  • nelle varie forme di anemia cronica

Il fabbisogno di sangue e di emocomponenti non si verifica solamente in presenza di condizioni o eventi eccezionali quali terremoti, disastri o incidenti, o durante interventi chirurgici ma anche nella cura di malattie gravi quali tumori, leucemie, anemie croniche, trapianti di organi e tessuti.

Il sangue, con i suoi componenti, costituisce per molti ammalati un fattore unico e insostituibile di sopravvivenza:

  • globuli bianchi per la cura di leucemie, tumori, intossicazioni da farmaci

  • globuli rossi per la cura di anemie, emorragie

  • piastrine per malattie emorragiche

  • plasma quando vi siano state grosse variazioni quantitative dovute ad ustioni, tumori del fegato, carenza dei fattori della coagulazione non diversamente disponibili

  • plasmaderivati Fattore VIII e IX per l'emofilia A e B, immunoglobuline aspecifiche per alcune malattie immunologiche, albumina su alcune patologie del fegato e dell'intestino.

La sicurezza:

La sicurezza degli emocomponenti trasfusi (sangue intero, globuli rossi, piastrine, plasma) costituisce l'obiettivo primario che il Servizio Sanitario Nazionale e i trasfusionisti si sono imposti.
E'la sicurezza lo strumento attraverso il quale viene tutelata la salute dei donatori e dei pazienti.

Le indagini di laboratorio hanno, tra le altre, tre finalità principali:

  1. Verificare la corrispondenza del gruppo sanguigno

  2. Escludere la trasmissione di malattie infettive.

  3. Salvaguardare la salute del donatore.

Consigli dei medici per i donatori di sangue

Come comportarsi prima e dopo il prelievo? Leggete i consigli dei medici per tutti i donatori!

Prima della donazione:

Non è necessario il digiuno completo ma è concessa una leggera colazione: senza troppo zucchero o marmellata.

Nel caso di esami di controllo è consigliato presentarsi a digiuno.

Chi raggiunge il centro di corsa, arrabbiato perche ha perso l'autobus o perchè non ha trovato parcheggio, è meglio che attenda qualche minuto prima di presentarsi al controllo medico.

Dopo un turno di lavoro notturno o particolarmente faticoso, è meglio non sottoporsi al prelievo.

Rispondete con sincerità al questionario che bisogna compilare, facendo attenzione alle domande riguardanti il rischio di trasmissione delle malattie virali.

Ricordartevi di indossare indumenti comodi (occorre rimanere seduti sulla sedia ortopedica e poter comodamente rimboccare le maniche)

Dopo la donazione:

Fate colazione! In ogni centro prelievi c'è un punto di ristoro: la mensa dell'Ospedale di Carate, il bar del Centro Formentano, il punto ristoro al San Gerardo di Monza.

Bevete più liquido del solito, evitando gli alcolici, sia a pranzo che durante la giornata.

Slacciate colletti e cravatte e controllate che gli indumenti non vi vadano stretti: respirererte meglio.

Evitate di piegare il braccio per almeno 15 minuti dopo la donazione.

Durate la giornata evitate pranzi sontuosi e cibi pesanti da digerire.

Evitate una eccessiva sudorazione e/o traspirazione: non correte subito in spiaggia a abbronzarvi d'estate, ed evitate ambienti chiusi, caldi e affollati d'inverno.

FOTO GALLERY


ULTIME NEWS

INFO


Sostieni le iniziative della tua sezione AVIS con il 5 per mille Cod.Fisc. 91025420158

LINKS UTILI

E-MAIL


Avis Comunale Albiate
Sezione "Luigi Porta" Piazza Conciliazione, 42 - 20847 Albiate (MB) Tel./Fax 0362.915125
Cod.Fisc. 91025420158 E-mail: infoavis@avisalbiate.it - Webmaster: Avis Albiate